Discussione:
Piramidi e Motte
(troppo vecchio per rispondere)
gdl
2011-12-05 15:46:26 UTC
Permalink
Negli ultimi mesi questo gruppo è stato oggetto di diverse discussioni
su ipotetiche piramidi sparse per l'Italia e non solo, ripetendo più e
più volte che con molta probabilità si tratta di terreni sagomati dal
tempo, da agenti atmosferici e dalla mano dell'uomo (azione
antropica).

Le motte, invece, sono tra le prime opere di architettura militare
relativamente stabili, risalenti al medioevo. Tali motte altro non
erano che dei terrapieni di altezza variabile per meglio controllare e
difendere il territorio circostante. Sulla sommità tali costruzioni
potevano avere una torre, solitamente in legno o comunque in materiale
deperibile. Un'ulteriore difesa poteva essere rappresentata da
palizzate sempre in legno. Purtroppo sono giunte a noi pochi casi di
motte, in quanto proprio a causa della loro deperibilità non sono
spesso giunte sino a noi se non in maniera molto frammentaria.

Queste due tipologie di strutture quanto possono essere in relazione
tra loro?
Quanto le prime possiamo considerarle motte, se l'uomo le ha
utilizzate con gli stessi fini e scopi delle motte vere e proprie
(scopi difensivi e di controllo del territorio).

Nel territorio veneto vi sono alcune presenze di motte ancora ben
visibili, sicuramente una nella zona di Montebelluna nonchè le Motte
di Castelminio di Resana, oggetto tra l'altro di recenti campagne di
scavo.

A voi la parola...
gdl
Righel
2011-12-05 19:16:18 UTC
Permalink
Post by gdl
Queste due tipologie di strutture quanto possono essere in relazione
tra loro?
Quanto le prime possiamo considerarle motte, se l'uomo le ha
utilizzate con gli stessi fini e scopi delle motte vere e proprie
(scopi difensivi e di controllo del territorio).
Non ho mai visitato di persona una motta, ma se n'è parlato, in passato qui
su FISA, con Oyam Orm che è delle tue parti.
La mia impressione è che ci sia una notevole differenza dimensionale fra le
pseudo-piramidi e le motte vere e proprie.
Inoltre è abbastanza agevole riconoscere in queste ultime il lavoro
dell'uomo sia per quanto riguarda il loro modellamento sia per le evidenze
archeologiche che spesso mostrano.
Da qualche parte dovrei avere un testo del Prof. Romano che parla di una
loro possibile interpretazione archeoastronomica, ma non riesco a trovarlo.
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
gdl
2011-12-05 19:26:16 UTC
Permalink
Post by gdl
Queste due tipologie di strutture quanto possono essere in relazione
tra loro?
Quanto le prime possiamo considerarle motte, se l'uomo le ha
utilizzate con gli stessi fini e scopi delle motte vere e proprie
(scopi difensivi e di controllo del territorio).
Non ho mai visitato di persona una motta, ma se n' parlato, in passato qui
su FISA, con Oyam Orm che delle tue parti.
La mia impressione che ci sia una notevole differenza dimensionale fra le
pseudo-piramidi e le motte vere e proprie.
Inoltre abbastanza agevole riconoscere in queste ultime il lavoro
dell'uomo sia per quanto riguarda il loro modellamento sia per le evidenze
archeologiche che spesso mostrano.
Da qualche parte dovrei avere un testo del Prof. Romano che parla di una
loro possibile interpretazione archeoastronomica, ma non riesco a trovarlo.
--
Righel
Io ho presente quelle nella mia zona (Montebelluna e Castelminio di
Resana) e le dimensioni sono abbastanza ridotte. In entrambi i casi si
tratta di piccole collinette di pochi metri.
Se trovi il testo ci darei un'occhiata volentieri.
gdl
2011-12-06 08:36:12 UTC
Permalink
Post by Righel
Post by gdl
Queste due tipologie di strutture quanto possono essere in relazione
tra loro?
Quanto le prime possiamo considerarle motte, se l'uomo le ha
utilizzate con gli stessi fini e scopi delle motte vere e proprie
(scopi difensivi e di controllo del territorio).
Non ho mai visitato di persona una motta, ma se n'è parlato, in passato qui
su FISA, con Oyam Orm che è delle tue parti.
Effettivamente ho fatto una ricerca sul gruppo e mi sono letto le
vecchie disucssioni sull'argomento.
Nel pomeriggio sarò in zona Resana per lavoro, vediamo se riesco a
fermarmi a fare delle foto alla zona delle Motte di Castelminio.
Righel
2011-12-06 11:14:30 UTC
Permalink
Post by gdl
Nel pomeriggio sarò in zona Resana per lavoro, vediamo se riesco a
fermarmi a fare delle foto alla zona delle Motte di Castelminio.
Ecco, questa è una bella idea.
Poi magari ne mandi le più significative ad AlAsset
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
gdl
2011-12-06 11:46:10 UTC
Permalink
Nel pomeriggio sar in zona Resana per lavoro, vediamo se riesco a
fermarmi a fare delle foto alla zona delle Motte di Castelminio.
Ecco, questa una bella idea.
Poi magari ne mandi le pi significative ad AlAsset
--
Righel
______________________________________http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Si avevo già pensato a mandarle, magari prossima settimana vado a fare
qualche scatto anche a quella di Montebelluna, oppure recupero da
google maps street view....
Potrei fare una cernita di quelle presenti in internet di Castello di
Godego.
In serata potrei dedicare un po di tempo a questa cosa... E mandarle
ad AlAsset.
Saluti fotografici
gdl
gdl
2011-12-06 19:40:41 UTC
Permalink
Post by gdl
Nel pomeriggio sar in zona Resana per lavoro, vediamo se riesco a
fermarmi a fare delle foto alla zona delle Motte di Castelminio.
Ecco, questa una bella idea.
Poi magari ne mandi le pi significative ad AlAsset
--
Righel
______________________________________http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Si avevo già pensato a mandarle, magari prossima settimana vado a fare
qualche scatto anche a quella di Montebelluna, oppure recupero da
google maps street view....
Potrei fare una cernita di quelle presenti in internet di Castello di
Godego.
In serata potrei dedicare un po di tempo a questa cosa... E mandarle
ad AlAsset.
Saluti fotografici
gdl
Sto preparando la mail da inviare ad Al Asset con le foto scattate
oggi. Scusate la qualità ma iniziava ad esserci poca luce quando sono
riuscito a passare.
Sono anche salito al centro della motta grazie ad un sentierino per
fare una foto dei dislivelli circostanti ma la folta vegetazione non
ha permesso foto chiare e nitide.
Cerco di allegare anche opportuna cartografia alle foto che invio ad
Al Asset, poi mi metto nelle sue mani per la pubblicazione :)
:)
Paolo
2011-12-06 21:33:58 UTC
Permalink
Con queste nuove informazioni, forse la pitamide di Restena e Caiazzo
descritta da Romano L.B. (vedi suo sito un po' fantasioso), potrebbero
essere delle motte.

piramidiinitalia.myblog.it/piramide-restena/
http://piramidiinitalia.myblog.it/archive/2009/07/25/piramide-in-caiazzo-in-asse-con-la-cintura-di-orione-la-stel.html
Righel
2011-12-06 22:36:28 UTC
Permalink
Post by Paolo
Con queste nuove informazioni, forse la pitamide di Restena e Caiazzo
descritta da Romano L.B. (vedi suo sito un po' fantasioso), potrebbero
essere delle motte.
Motte? in Campania? :-)
Se avessi tempo da perdere andrei a vedere questa "piramide" di Caiazzo, è
in provincia di Caserta a non più di un'ora di auto da casa mia.
Ma non ne ho, non in questo periodo.

Comunque le motte dovrebbero avere la sommità spianata, per sostenere le
fortificazioni.
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Righel
2011-12-06 22:37:01 UTC
Permalink
Post by Paolo
Con queste nuove informazioni, forse la pitamide di Restena e Caiazzo
descritta da Romano L.B. (vedi suo sito un po' fantasioso), potrebbero
essere delle motte.
Motte? in Campania? :-)
Se avessi tempo da perdere andrei a vedere questa "piramide" di Caiazzo, è
in provincia di Caserta a non più di un'ora di auto da casa mia.
Ma non ne ho, non in questo periodo.

Comunque le motte dovrebbero avere la sommità spianata, per sostenere le
fortificazioni.
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
gdl
2011-12-07 07:09:48 UTC
Permalink
Post by Righel
Motte? in Campania? :-)
Se avessi tempo da perdere andrei a vedere questa "piramide" di Caiazzo,
in provincia di Caserta a non pi di un'ora di auto da casa mia.
Ma non ne ho, non in questo periodo.
Comunque le motte dovrebbero avere la sommit spianata, per sostenere le
fortificazioni.
--
Righel
______________________________________http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
E' proprio una delle considerazioni che stavo facendo ieri sera
riguardando le foto ed alcuni materiali qua e là proprio in
riferimento alle motte.
Un'importante differenza potrebbe proprio essere la sommità, in quanto
come scriveva Righel le motte hanno un pianoro sulla sommità che
consentiva l'installazione di piccole o grandi fortificazioni o punti
di avvistamento.
Vi sono però motte di piccola entità con piani di sommità tutto
sommato molto limitati e che molto si avvicinano al concetto di
"piramide", dal punto di vista geometrico. Potrebbe essere quindi allo
stesso tempo facile e difficile metterle in relazioni.
Forse entrambi i "manufatti" del titolo possono essere definiti
rilievi di terreno atti ad ospitare sulla propria sommità opere di
origine umana destinate alle diverse funzioni (difesa, controllo del
territorio, agricoltura, religione...).

gdl

PS Foto inviate a Al Asset.
Paolo
2011-12-07 10:09:00 UTC
Permalink
Post by Righel
Comunque le motte dovrebbero avere la sommit spianata, per sostenere le
fortificazioni.
si questo è vero... concordo in pieno...

Io non ho visto la piramide di Caiazzo e Restena che sono abbastanza
vicino.

Dal punto di vista paesaggistico risalta molto il contrasto tra
pianura circostante e la piramide di Restena, ricoperta di
vegetazione, ma la cui sommità sembra tagliata (almeno così appare
dalle foto; http://piramidiinitalia.myblog.it/piramide-restena/).

C'è da dire che le nostre montagne in generale mostrano una sommità a
forma piramidale che in alcuni casi può essere tagliata e quindi
ospitare una costruzione. La stessa piramide di Vesallo da me
visitata, mostra una sommità tagliata e in grado di ospitare una
costruzione. Questo solo per dire che non solo le Motte possono essere
tagliate, anche le vette delle montagne. Questo è sicuramente dovuto
alla litologia (tipo di roccia) e suolo con cui è formata la montagna.
Per litologie più dure le vette saranno più a forma piramidale, mentre
per litologie più tenere (argille, argilliti) le vette saranno
tagliate.

Paolo
gdl
2011-12-11 19:21:12 UTC
Permalink
Vi lascio tre link ad altrettanti documenti interessanti sulle motte,
quelli che fino ad ora ritengo essere i più interessanti per partire
ad approfondire tra quielli che ho visto in questi giorni.


http://hakomagazine.net/archeonordest/protostoria/le_culture_delle_motte.pdf

http://www.rivolo.it/website/attachments/article/65/Le%20motte%20un'ipotesi%20storica%20intrigante.pdf

http://www.archeologiadigitale.it/archeofoss/paper/assets/P_Il_problema_delle_motte.pdf
Righel
2011-12-11 22:53:13 UTC
Permalink
Post by gdl
Vi lascio tre link ad altrettanti documenti interessanti sulle motte,
quelli che fino ad ora ritengo essere i più interessanti per partire
ad approfondire tra quielli che ho visto in questi giorni.
http://hakomagazine.net/archeonordest/protostoria/le_culture_delle_motte.pdf
Questo mi sembra ben fatto.
A parte l'errore in cui cascano un po' tutti nell'individuare il solstizio
invernale al 21 dicembre e quelle estivo al 21 giugno.
(Motte di Castello di Godego, TV/San Martino di Lupari, PD) pag.20.
Date queste che se sono valide oggi non per questo erano valide all'epoca
della costruzione delle motte. Ma, ripeto, questo è un errore comune;
d'altra parte chi si occupa d'archeologia non necessariamente conosce anche
l'astronomia.
Molto belle e filologicamente corrette le ricostruzioni dei villaggi.
Aggiungo che al concetto di "motta" si possono accostare, almeno dal punto
di vista strutturale, le "specchie" presenti nella Puglia salentina, come
questa:
http://digilander.libero.it/fr2u/Spcc/TOR1/TOR1.htm

Gli altri due articoli che citi li guarderò nei prossimi giorni.

Ciao e grazie per la segnalazione
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
gdl
2011-12-12 08:57:28 UTC
Permalink
Post by Righel
....
Aggiungo che al concetto di "motta" si possono accostare, almeno dal punto
di vista strutturale, le "specchie" presenti nella Puglia salentina, come
questa:http://digilander.libero.it/fr2u/Spcc/TOR1/TOR1.htm
....
--
Righel
______________________________________http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Caro Righel, credo che come anticipavi tu il concetto di "motta" sia
presente in varie zone del territorio italiano proprio per la natura
antropica della loro realizzazione.
Ecco quindi come le "specchie" possano essere associate al concetto di
"motta". Probabilmente la differenziazione della denominazione è
causata dai diversi linguaggi e dalle diverse etimologie derivanti
dalle differenti lingue culture e forme dialettali.

Credo che prossimamente potrei arricchire di foto la pagina che Al
Asset creerà su questa discussione con le foto che ho già inviato ed
inerenti la sola motta di Castelminio di Resana.
Probabilmente raccogliere le testimonianze delle motte e dei tumuli
nel territorio sarebbe un lavoro bellissimo ma mastodontico visto le
numerose testimonianze ancora visibili nel nostro territorio o
rintracciabili attraverso ricerche cartografiche e documentali.
Vediamo un po cosa si più fare..
gdl
2011-12-23 07:59:39 UTC
Permalink
Post by gdl
Post by Righel
....
Aggiungo che al concetto di "motta" si possono accostare, almeno dal punto
di vista strutturale, le "specchie" presenti nella Puglia salentina, come
questa:http://digilander.libero.it/fr2u/Spcc/TOR1/TOR1.htm
....
--
Righel
______________________________________http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Caro Righel, credo che come anticipavi tu il concetto di "motta" sia
presente in varie zone del territorio italiano proprio per la natura
antropica della loro realizzazione.
Ecco quindi come le "specchie" possano essere associate al concetto di
"motta". Probabilmente la differenziazione della denominazione è
causata dai diversi linguaggi e dalle diverse etimologie derivanti
dalle differenti lingue culture e forme dialettali.
Credo che prossimamente potrei arricchire di foto la pagina che Al
Asset creerà su questa discussione con le foto che ho già inviato ed
inerenti la sola motta di Castelminio di Resana.
Probabilmente raccogliere le testimonianze delle motte e dei tumuli
nel territorio sarebbe un lavoro bellissimo ma mastodontico visto le
numerose testimonianze ancora visibili nel nostro territorio o
rintracciabili attraverso ricerche cartografiche e documentali.
Vediamo un po cosa si più fare..
Grazie ad Al Asset le foto delle motte di Castelminio di Resana sono
presenti sul sito di appoggio di FISA. A breve provvederò ad
arricchirle delle didascalie.
Cercherò durante le feste di andare a fare anche altri scatti di altre
motte del territorio veneto.
A presto.
gdl
gdl
2012-01-02 10:07:25 UTC
Permalink
Post by gdl
Post by gdl
Post by Righel
....
Aggiungo che al concetto di "motta" si possono accostare, almeno dal punto
di vista strutturale, le "specchie" presenti nella Puglia salentina, come
questa:http://digilander.libero.it/fr2u/Spcc/TOR1/TOR1.htm
....
--
Righel
______________________________________http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Caro Righel, credo che come anticipavi tu il concetto di "motta" sia
presente in varie zone del territorio italiano proprio per la natura
antropica della loro realizzazione.
Ecco quindi come le "specchie" possano essere associate al concetto di
"motta". Probabilmente la differenziazione della denominazione è
causata dai diversi linguaggi e dalle diverse etimologie derivanti
dalle differenti lingue culture e forme dialettali.
Credo che prossimamente potrei arricchire di foto la pagina che Al
Asset creerà su questa discussione con le foto che ho già inviato ed
inerenti la sola motta di Castelminio di Resana.
Probabilmente raccogliere le testimonianze delle motte e dei tumuli
nel territorio sarebbe un lavoro bellissimo ma mastodontico visto le
numerose testimonianze ancora visibili nel nostro territorio o
rintracciabili attraverso ricerche cartografiche e documentali.
Vediamo un po cosa si più fare..
Grazie ad Al Asset le foto delle motte di Castelminio di Resana sono
presenti sul sito di appoggio di FISA. A breve provvederò ad
arricchirle delle didascalie.
Cercherò durante le feste di andare a fare anche altri scatti di altre
motte del territorio veneto.
A presto.
gdl
Aggiornamento... Sono state aggiunte le didascalie alle foto sul sito
di FISA....
Vi riporto solo la didascalia alla prima foto perchè spiega il sistema
delle motte, come genericamente si presentano nel nostro territorio.

Il sistema delle Motte di Castelminio è riconducibile a quello
conosciuto come motta castrale.
La motta castrale è composta da due nuclei: la motta vera e propria,
intesa come una collinetta tronco/conica, di altezza variabile dai 4
ai 15 metri, sulla cui sommità sorgeva una torre in legno con la
residenza dell’élite. Vi era poi la corte bassa formata da un
terrapieno di forma semi-circolare, circondato da un fossato e da una
palizzata che ospitava la popolazione e le attività basilari della
comunità.

A presto
gdl
Righel
2012-01-02 11:10:44 UTC
Permalink
Post by gdl
Il sistema delle Motte di Castelminio è riconducibile a quello
conosciuto come motta castrale.
La motta castrale è composta da due nuclei: la motta vera e propria,
intesa come una collinetta tronco/conica, di altezza variabile dai 4
ai 15 metri, sulla cui sommità sorgeva una torre in legno con la
residenza dell’élite. Vi era poi la corte bassa formata da un
terrapieno di forma semi-circolare, circondato da un fossato e da una
palizzata che ospitava la popolazione e le attività basilari della
comunità.
Ottimo lavoro, grazie.
E grazie anche ad AlAsset che sta tenendo aggiornato il nostro sito.
A questo proposito vorrei invitare tutti a tenere il sito sotto controllo
perché è facile (lo so per esperienza personale) che una pagina web si
presenti in definitiva in maniera diversa da come era stata concepita: basta
un attimo di distrazione.
Ma se comunichiamo, qui o ad AlAsset, le eventuali sbavature, si può
rimediare facilmente.
Ad esempio:
1 ) la pagina dedicata a "Piramidi e Motte", presenta sul fondo un pulsante
[Argomenti del NG] che non è linkato e quindi lascia perplesso il lettore;
2 ) la pagina "sommario"
(http://digilander.libero.it/F.I.S.A/indice_gen.htm) presenta un simbolo
"news" che rimanda ai contributi, di cui l'ultimo è di gdl ma non è datato e
comunque risale a qualche settimana fa; mentre invece non appare lo stesso
simbolo nel settore dedicato a "Se ne parla sul news group" che è molto più
recente.
3 ) la pagina dedicata al tempio dei castori è priva del link alla
discussione (o meglio, i link c'è ma non funziona) e le immagini non sono
visibili.
Mi fermo qui, per ora, ma bisognerà controllare anche il resto che andrà
aggiornato compatibilmente alla disponibilità di tempo di AlAsset.

Buon anno a tutti,
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Al Asset
2012-01-03 15:24:45 UTC
Permalink
Post by gdl
Aggiornamento... Sono state aggiunte le didascalie alle foto sul sito
di FISA....>
Ho sincronizzato i file modificati con quelli presenti sul mio
computer ed ho anche apportato qualche piccola modifica (carattere,
dimensione, colore del testo) per renderlo simile a quello delle altre
pagine.
Post by gdl
Ottimo lavoro, grazie.
E grazie anche ad AlAsset che sta tenendo aggiornato il nostro sito.
A questo proposito vorrei invitare tutti a tenere il sito sotto controllo
perché è facile (lo so per esperienza personale) che una pagina web si
presenti in definitiva in maniera diversa da come era stata concepita: basta
un attimo di distrazione.
Ma se comunichiamo, qui o ad AlAsset, le eventuali sbavature, si può
rimediare facilmente.
[cut]
Ho rettificato (spero) gli errori che mi hai segnalato. In effetti si
tratta di minuti di lavoro.
Spero di poter essere altrettanto tempestivo in futuro.

[OT, ma solo un pochino]
Intravedo, però, una piccola difficoltà.
La copia "master" delle pagine deve essere in un solo luogo e penso
che, al momento, debba essere presso di me (protetta da una password
diversa). Nel momento che Giorgio vorrà mettere mano a qualche
modifica mi dovrà avvertire. Io reimposterò la password che già
conosce consentendogli così di lavorare. Quando avrà finito mi
avvertirà ed io chiuderò di nuovo la porta.

[Fine OT]
Post by gdl
Buon anno a tutti,
Anche a te

--
Al Asset
Prometto che da oggi i miei euro non andranno
più a sud di Salisburgo ed a nord di Bologna.
Finché esisterà la Lega.

Loading...