Discussione:
Non tutti lo sanno...
(troppo vecchio per rispondere)
Righel
2012-03-03 21:49:52 UTC
Permalink
...ma i più assidui frequentatori di questo news group si sono trasferiti
sul forum Fisarcheo:
http://fisarcheo.altervista.org/forum/index.php

dove continuano le conversazione e la ricerca comune.
--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
tafano
2012-03-04 21:54:51 UTC
Permalink
Post by Righel
...ma i più assidui frequentatori di questo news group si sono
http://fisarcheo.altervista.org/forum/index.php
dove continuano le conversazione e la ricerca comune.
Uffa, lurkare qui era più facile :(
Righel
2012-03-05 08:19:42 UTC
Permalink
Post by tafano
Uffa, lurkare qui era più facile :(
Non c'è una grande differenza se vuoi limitarti a lurkare: per leggere non è
nemmeno necessario effettuare il login.

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
tafano
2012-03-09 15:17:57 UTC
Permalink
Post by Righel
Post by tafano
Uffa, lurkare qui era più facile :(
Non c'è una grande differenza se vuoi limitarti a lurkare: per leggere
non è nemmeno necessario effettuare il login.
Non è un problema, è solo che quando segui più gruppi usi il newsreader
ed è tutto molto comodo, andare sui siti è un po' meno comodo.
Righel
2012-03-09 17:45:02 UTC
Permalink
Post by tafano
Non è un problema, è solo che quando segui più gruppi usi il
newsreader ed è tutto molto comodo, andare sui siti è un po' meno
comodo.
Sono d'accordo con te ma dobbiamo rassegnarci all'idea che il tempo dei news
group è finito: quasi tutti quelli che seguivo sono silenti e gli altri
battono la fiacca.
C'è un tempo per ogni cosa, ci ricorda Ecclesiaste 3: 1-17.

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
*GB*
2012-03-18 15:11:43 UTC
Permalink
Post by Righel
http://fisarcheo.altervista.org/forum/index.php
Sto guardando quel forum. Effettivamente, la sua fruibilità grafica
è di ben altro genere. Ma credo che la migrazione da FISA non sarà
così rapida. Ritengo che sarebbe opportuno postare periodicamente
in FISA dei link al nuovo forum, per indurre la gente a recarcisi.

Per esempio, così:

http://fisarcheo.altervista.org/forum/viewtopic.php?f=9&t=10

Le analisi effettuate dalla Sezione di Archeoastronomia dell'UAN hanno
messo in evidenza una concentrazione degli orientamenti (direzione)
dei templi costruiti in Italia dalle Popolazioni di lingua osca -
genericamente ma impropriamente chiamati Sanniti o Saphines o Oschi -
nel secondo quadrante dell'orizzonte, cioè fra est e sud.

(...)

Anche i templi greci risultano orientati verso l'arco orientale
dell'orizzonte ma in una zona più estesa, fra il nord e il sud.
Intendiamo approfondire questa tematica controllando quanti più
templi greci sia possibile.
Attualmente ne abbiamo censito poco meno di 70 ma per avere un'idea
quasi esaustiva della situazione è necessario arrivare almeno a cento.
La vostra eventuale collaborazione consisterebbe nell'individuare
altri templi non ancora compresi in questa lista:
http://www.righel40.altervista.org/TT/GR.htm

(...)

Bye,

*GB*
Al Asset
2012-03-19 11:34:35 UTC
Permalink
Post by *GB*
Post by Righel
http://fisarcheo.altervista.org/forum/index.php
Sto guardando quel forum. Effettivamente, la sua fruibilità grafica
è di ben altro genere. Ma credo che la migrazione da FISA non sarà
così rapida. Ritengo che sarebbe opportuno postare periodicamente
in FISA dei link al nuovo forum, per indurre la gente a recarcisi.
http://fisarcheo.altervista.org/forum/viewtopic.php?f=9&t=10
Le analisi effettuate dalla Sezione di Archeoastronomia dell'UAN hanno
messo in evidenza una concentrazione degli orientamenti (direzione)
....
[cut]

É un ottimo suggerimento che seguiremo certamente.
Grazie! :-)

--
Al Asset
http://www.al-asset.it
http://fisarcheo.altervista.org
http://fisarcheo.altervista.org/forum
Righel
2012-03-19 15:12:24 UTC
Permalink
*GB* ha scritto:

(cut)

Hai ragione.
Cercheremo di tenere al corrente i "visitatori" di FISA delle conversazioni
più interessanti che si tengono sul forum:
http://fisarcheo.altervista.org/forum/index.php
Post by *GB*
Attualmente ne abbiamo censito poco meno di 70 ma per avere un'idea
quasi esaustiva della situazione è necessario arrivare almeno a cento.
In realtà nel frattempo siamo arrivati a 87.
La settimana prossima ne aggiungeremo qualche altro, spero.
Non prima, credo, perché sono impegnatissimo con questo:
http://fisarcheo.altervista.org/forum/viewtopic.php?f=11&t=19

Non hai pensato di partecipare attivamente anche tu?
La tua competenza in ambito linguistico potrebbe esserci molto utile.

Saluti,

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
*GB*
2012-03-19 16:40:00 UTC
Permalink
Post by Righel
Cercheremo di tenere al corrente i "visitatori" di FISA
http://fisarcheo.altervista.org/forum/index.php
Un buon sistema potrebbe essere quello di dare nel Ng info interessanti
ma parziali, in modo che i lettori siano costretti a cliccare sul link
al forum per riuscire a soddisfare completamente la loro curiosità.

Inoltre si potrebbe creare una meta-utenza che ripubblichi nel forum
quanto eventualmente di interesse ma che sia stato postato solo nel Ng.
Post by Righel
In realtà nel frattempo siamo arrivati a 87.
Ottimo. Allora il traguardo non è lontano.
Post by Righel
http://fisarcheo.altervista.org/forum/viewtopic.php?f=11&t=19
Palo sacro degli Achilpa? Vade retro... ;-)

Deuteronomio 16,21:

Non pianterai alcun palo sacro di qualunque specie di legno,
accanto all'altare del Signore tuo Dio, che tu hai costruito;
non erigerai alcuna stele che il Signore tuo Dio ha in odio.

A ogni modo, credo che quel palo sia sostanzialmente un totem. Vedi:

http://www.antrocom.net/upload/sub/antrocom/040208/12-Antrocom.pdf

p. 166: "Il palo che nel suo aspetto strutturale e formale presenta
una somiglianza con la categoria dei centri del mondo - assi cosmici,
montagne cosmiche, alberi - nel mito Achilpa appare innanzitutto come
un centro di comunicazione fra i diversi piani cosmici (attraverso
il palo, infatti, Numbakulla sale al cielo). Probabilmente esso
rappresenta anche un sostegno che impedisce alla volta celeste
di crollare sulla terra."

E quindi sembrerebbe essere la loro versione mobile di Yggdrasill.
Post by Righel
Non hai pensato di partecipare attivamente anche tu?
Certamente, ma non subito. Mi iscriverò al sito dopo Pasqua ma entro
Beltane (tradizionalmente 1 maggio, astronomicamente il 5). Infatti
durante le vacanze pasquali conto di leggere questo testo:

http://www.zanichelli.it/catalogo/prodotti/9788808064912/
Renfrew, Bahn - L'essenziale di archeologia - Teoria, metodi, pratiche
http://www.zanichelli.it/fileadmin/catalogo/assets/a01.9788808064912.pdf

in modo da non figurare soltanto come un iperdilettante sparacazzate:
atteggiamento più facile da tenere in un Ng (dove basta premere tasti
a caso per riuscire a postare qualcosa) che in un forum dall'aspetto
molto più professionale (che quindi mette in soggezione).
Post by Righel
La tua competenza in ambito linguistico potrebbe esserci molto utile.
Anche quella è solo apparente (è più attitudine che competenza, diciamo).

Bye,

*GB*
Righel
2012-03-19 23:19:38 UTC
Permalink
Post by *GB*
Palo sacro degli Achilpa? Vade retro... ;-)
Beh, non ho proposto di piantarlo :-) ma solo di capirne il senso in una
maniera più ampia di quanto finora descritto.
(cut)

Ovviamente conosco già il lavoro di De Martino, che comunque si rifa ad
Eliade.
Ma lo trovo limitativo perché si muove, sia pure con la sua eccellente
competenza, solo nell'ambito della "angoscia territoriale". D'altra parte
era quella la sua finalità.
La mia è diversa: mi piacerebbe ripercorrere la storia del Kauwa-auwa dalle
origini, antropologicamente lontane, ai tempi nostri.
Perché sono convinto che il palo degli Achilpa, nascosto, camuffato, ci sia
ancora in quello che Freud chiamava il Super-io.
Più interessante (almeno da questo punto di vista) il lavoro di Claudia
Montepaone.
Post by *GB*
E quindi sembrerebbe essere la loro versione mobile di Yggdrasill.
In un certo senso sì, anche se nessun Odino ci si è impiccato :-)
Post by *GB*
http://www.zanichelli.it/catalogo/prodotti/9788808064912/
Renfrew, Bahn - L'essenziale di archeologia - Teoria, metodi,
pratiche
http://www.zanichelli.it/fileadmin/catalogo/assets/a01.9788808064912.pdf
Ottimo lavoro quello di Renfrew e Bahn, utile per diventare archeologo.
Molto meno per discutere di risultati e di interpretazioni: questo si impara
"sul campo".
Degli stessi autori, se è ancora in circolazione, posso consigliarti:
ARCHEOLOGIA
Teorie * Metodi * Pratica (Zanichelli)
con le stesse qualità e le stesse limitazioni.
Post by *GB*
atteggiamento più facile da tenere in un Ng (dove basta premere tasti
a caso per riuscire a postare qualcosa) che in un forum dall'aspetto
molto più professionale (che quindi mette in soggezione).
In verità, ai tempi d'oro di FISA (2000-2006) di cazzate non ne sparava
quasi nessuno.
I pochi casi del genere, di solito, venivano semplicemente ignorati.
No, non farti mettere in soggezione: lì, come qui, siamo semplicemente degli
amici che si scambiamo piacevolmente delle opinioni e, talvolta, riescono a
concludere qualcosa di buono lavorando insieme.

Ciao,

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
*GB*
2012-03-20 07:16:12 UTC
Permalink
Post by Righel
La mia è diversa: mi piacerebbe ripercorrere la storia del Kauwa-auwa
dalle origini, antropologicamente lontane, ai tempi nostri.
In tal caso forse potrebbe aiutarti un viaggio in Australia, non credi?
Una volta che ti trovi nel Nullarbor Plain ti rendi conto che scorgere
un palo lì è come vedere il miraggio di un atollo in mezzo all'oceano.
Post by Righel
Perché sono convinto che il palo degli Achilpa, nascosto, camuffato,
ci sia ancora in quello che Freud chiamava il Super-io.
Vedi sopra. C'è sicuramente nell'animo di selvaggi costretti a vivere
in una regione senza alberi come quella.
Post by Righel
ARCHEOLOGIA
Teorie * Metodi * Pratica (Zanichelli)
con le stesse qualità e le stesse limitazioni.
Grazie, ma è appunto lo stesso libro, solo con due volte e mezzo
il numero di pagine e il prezzo. Se prendo quello, non mi iscrivo
al forum prima di fine estate.
Temo che il motivo dell'inaspettata scarsa affluenza al forum non sia
soltanto quello dell'aspetto molto (forse troppo?) professionale,
ma che ci sia anche un'altra ragione più fondamentale.

Voi avete pensato: l'utenza di Usenet è in continua diminuzione e
ormai siamo in quattro gatti: facciamo un forum web e richiameremo
nuova utenza. Ma avete tralasciato di valutare un dettaglio importante.
Se dieci potenziali utenti fanno una ricerca nel loro newsreader con
la chiave "archeologia", trovano questi gruppi:
free.it.archeologia.misteriosa
free.it.scienza.archeologia
Si ha quindi: Utenti_Ng = 10 * 1 = 10

Se invece trecento potenziali utenti fanno una ricerca in Google con
la chiave "archeologia", nelle prime tre pagine trovano un po' di tutto
ma non il forum Fisarcheo (provare per credere). E non è che con la chiave
"forum archeologia" le cose migliorino (trovano altri forum, ma fra essi
non c'è Fisarcheo). Si ha quindi: Utenti_Forum = 300 * 0 = 0

A questo punto è ovvio che se l'unica fonte informativa sull'esistenza
del forum è il Ng, gli utenti del forum non potranno essere più di
quelli del Ng (e anzi saranno di meno), e in tal modo la situazione,
invece di migliorare, peggiora: Utenti_Forum = 1/2 * Utenti_Ng = 5

Imho, l'errore è stato quello di non avere dato al forum il nome:

Forum Italico Scienza Archeologia
o
Forum Italiano Spazio Archeologia

con url: http://fis_archeologia.altervista.org/forum/index.php
o anche: http://forum.altervista.org/fis_archeologia/index.php

In tal modo infatti lo si sarebbe trovato più facilmente con Google:
i motori di ricerca avrebbero individuato la parola "archeologia"
(solo gli utenti che frequentano il Ng possono essere a conoscenza
di un termine senza senso come "fisarcheo").

Bye,

*GB*
Righel
2012-03-20 11:51:56 UTC
Permalink
Post by *GB*
In tal caso forse potrebbe aiutarti un viaggio in Australia, non credi?
Scherzi?
Alla mia età il jet lag potrebbe risultare fatale.
L'unica sarebbe andarci per via mare, ma con una nave a vela perché l'odore
della nafta mi fa venire il mal di mare.
Se potessi contare su ancora una decina di anni di vita attiva potrei anche
provarci ma dovresti venire anche tu: ho scarsa dimestichezza con le lingue
straniere, figuriamoci poi con i dialetti aborigeni!
Ci vorrebbe Riccardo Venturi (che fine ha fatto?)
Post by *GB*
... C'è sicuramente nell'animo di selvaggi costretti a vivere
in una regione senza alberi come quella.
Indubbiamente.
Ma io tento di scoprire se esiste ancora in noi, nell'occidente
industrializzato.
Post by *GB*
Voi avete pensato: l'utenza di Usenet è in continua diminuzione e
ormai siamo in quattro gatti: facciamo un forum web e richiameremo
nuova utenza.
E' andata proprio così.
FISA dispone, da una decina di anni, di una mailing list riservata ai suoi
frequentatori abituali, i Fisaini.
E' lì che abbiamo democraticamente deciso, così ho fatto buon viso a cattiva
sorte e ho accettato.
Per il resto, lascio il compito di risponderti ad Al Asset che è il
responsabile del Forum.
Ma perché non hai tirato fuori il naso prima?

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
*GB*
2012-03-24 11:03:57 UTC
Permalink
Post by Righel
Ci vorrebbe Riccardo Venturi (che fine ha fatto?)
Non lo chiedere a me, non so nemmeno chi sia.
Post by Righel
Per il resto, lascio il compito di risponderti ad Al Asset
che è il responsabile del Forum.
Finora qui non si è fatto vivo. Curiosità: lui ne scrive il codice PHP?
Post by Righel
Ma perché non hai tirato fuori il naso prima?
Devi capire che, non avendo nemmeno le basi di quel libro di archeologia
(che leggerò sotto Pasqua), io sono un dilettante al quadrato. Pertanto
non mi sembrava il caso di ficcare troppo il naso. Comunque ne approfitto
per correggere le proposte di url del forum... queste due varianti, dove
fisa per esteso è l'acronimo del forum, e archeologia il suo argomento:

http://fisa_archeologia.altervista.org/forum/index.php
http://forum.altervista.org/fisa_archeologia/index.php

offrono il vantaggio di permettere di localizzare il forum in Google
sia a chi si chiede "Vediamo se trovo un forum di <archeologia>",
sia a chi si chiede "Ma che fine ha fatto <fisa>?".

Bye,

*GB*
Righel
2012-03-24 16:21:23 UTC
Permalink
Post by *GB*
Post by Righel
Ci vorrebbe Riccardo Venturi (che fine ha fatto?)
Non lo chiedere a me, non so nemmeno chi sia.
E' stato uno dei più competenti frequentatori di it.cultura.linguistica,
quasi il "re" di quel news group. Se non ricordo male parlava correntemente
52 fra lingue e dialetti.
Ed è stato anche un frequentatore di FISA.
Post by *GB*
Post by Righel
Per il resto, lascio il compito di risponderti ad Al Asset
che è il responsabile del Forum.
Finora qui non si è fatto vivo.
Forse è impegnato in questo periodo.

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Al Asset
2012-03-24 17:46:17 UTC
Permalink
Post by *GB*
Post by Righel
Ci vorrebbe Riccardo Venturi (che fine ha fatto?)
Se fai una ricerca con Google trovi tantissime notizie su Riccardo, ma
chissà dove è ora.
Post by *GB*
Post by Righel
Per il resto, lascio il compito di risponderti ad Al Asset
che è il responsabile del Forum.
Finora qui non si è fatto vivo. Curiosità: lui ne scrive il codice PHP?
Ho cercato di inserire qualche parola chiave in più sia nelle pagine
del sito, sia in quelle del forum.
No, non scrivo codice PHP. Avevo iniziato a leggere qualche manuale
sul linguaggio, ma ho smesso quasi subito: su Altervista, su Tophost e
comunque sul Web si trovano routine belle e pronte (ammesso che si
vogliano fare cose professionali e non è il mio caso).
Post by *GB*
Comunque ne approfitto
per correggere le proposte di url del forum... queste due varianti, dove
http://fisa_archeologia.altervista.org/forum/index.php
http://forum.altervista.org/fisa_archeologia/index.php
offrono il vantaggio di permettere di localizzare il forum in Google
sia a chi si chiede "Vediamo se trovo un forum di <archeologia>",
sia a chi si chiede "Ma che fine ha fatto <fisa>?".
L'unico modo di utilizzare il tuo (peraltro) ottimo consiglio è quello
di cancellare tutto e ricominciare da capo; su Altervista tutto quello
che precede "altervista.org" è il tuo dominio e non può essere
modificato. Almeno così ho capito.

--
Al Asset
Promesso: non spenderò più un euro a sud di Salisburgo
ed a nord di Bologna...finché esisterà la Lega.
...e non prenderò taxi per tutto il 2012

*GB*
2012-03-20 10:07:26 UTC
Permalink
Post by Righel
Beh, non ho proposto di piantarlo :-) ma solo di capirne il senso
in una maniera più ampia di quanto finora descritto.
Insisto che per capirne il senso dovresti fare un viaggio (quantomeno
immaginario) in Australia. Giunto a Perth, individui un buon pasticciere
e un buon falegname, noleggi una jeep, un piccone, un frigo portatile
e assoldi (se non te lo sei portato dietro dall'Italy) qualcuno con
una vista d'Aquil(p)a.

Al falegname commissioni di realizzarti un palo largo almeno 30 cm (meglio
se cavo all'interno, così è più leggero), alto 7 m e verniciato di rosso.
Per ragioni di viabilità, è meglio se lo fai fare in due pezzi da 3,5 m
che poi possano venire montati a incastro uno sull'altro.

Al pasticciere commissioni la miglior torta alla crema che sa fare.
Metti la torta nel frigo portatile, carichi il tutto sulla jeep,
leghi ai lati i due pezzi del palo, e parti per il Nullarbor Plain.

Arrivato in quel deserto piatto costellato di cespugli, fai il campo
e lì lasci il frigo portatile. Con il piccone scavi una buca abbastanza
profonda e ci pianti il palo già montato, rinforzando tutt'intorno finché
è eretto e resiste al vento.

A quel punto risali in jeep e parti per una direzione qualsiasi, andando
a zig-zag e facendo più giri in tondo finché non sai più dove sei finito.

Allora ti fermi, fai scendere il tuo collaboratore e gli dici di guatare
l'orizzonte ruotando pian piano la testa finché non individua una sottile
linea rossa verticale. Quello è il palo. Si può ripartire e, per premio,
andare a ingozzarsi di torta alla crema. :-)

Questo esperimento mentale evidenzia (imho) che quello degli Achilpa era
probabilmente un "palo della sopravvivenza" che serviva ai cacciatori-
raccoglitori allontanatisi dal campo, per individuare la direzione del
ritorno (anche qualora nel frattempo la tribù avesse spostato il campo).

Ciò era possibile date le caratteristiche del Nullarbor Plain: in pratica
un deserto piatto, senza dune grazie ai cespugli di cui è costellato:

http://on-walkabout.com/2007/02/24/the-nullarbor-plain/ (thanks to Dobbs)

If you look at the bottom center of this image along the coast,
that is the Nullarbor Plain. Here is the what the view looked like
out of our dining car window:

http://www.flickr.com/photos/***@N00/4132072903/ (click to enlarge)

As you can see there is nothing but bushes across this plain.
In fact these bushes stretch across this plain for 1,200 kilometers.

In some areas there was hardly any bushes at all:

http://www.flickr.com/photos/***@N00/4132083127/ (cl. to enl.)

The reason for this lack of vegetation is because the Nullarbor
is really the world's largest single piece of limestone. What little
precipitation that falls here does not get absorbed by the ground
because it is limestone. The water simply drips through the limestone
and further into the ground. Thus trees cannot grow here because
their roots cannot tap into any ground water.

However, on a rare occasion you can see a small tree growing:

http://www.flickr.com/photos/***@N00/4132835170/ (c.t.e.)

Consequentially, this limestone plain does cause the Nullarbor to have
one of the world's most extensive cave systems. The plain is littered
with caves that scientists continue to discover and explore.
Occasionally we could see a dirt road presumably leading to a remote
aboriginal settlement or sheep ranch. These ranches are so remote
that their children go to school through a program called the School
of the Air. The nearest School of the Air would be in Kalgoorlie
where the teachers will teach the children on the ranches by radio.

Interestingly enough we even passed an airport out in the middle
of no where:

http://www.flickr.com/photos/***@N00/4132074881/ (c.t.e.)

What this airport is doing out here in the middle of no where
is anybodies guess. However, the Nullarbor would have more surprises
for us, like when we stopped in a town called Cook.

Si noti, nell'ultima foto, come i pali siano ben visibili all'orizzonte
anche se grigi (però quello in primo piano mi sembra rossiccio).

Direte: "Ma allora perché cavolo non facevano dei segnali di fumo?".
Ebbene, le ragioni possono essere molte:

1) Forse in quella zona non si trovano pietre focaie o legni adatti.
2) Non volevano bruciare i cespugli perché erano cibo per la selvaggina.
3) Il vento in zona arida può portare a un incendio di tutti i cespugli.
4) Tribù nemiche avrebbero individuato molto facilmente il campo.

L'ultimo punto mi pare il più significativo: solo una tribù guerriera
e preparata a combattere può permettersi di lanciare segnali di fumo
in un territorio pianeggiante frequentato anche da tribù avversarie.

Invece erigere un alto totem decorato da figure di spiriti e verniciato
di rosso (con sangue e/o pigmenti minerali o vegetali) non fa pensare
immediatamente, all'ospite medio di vista non aquilina, che quel simbolo
religioso possa servire anche a localizzare il campo mobile. Mantenendo
il segreto su tale funzione, i membri della tribù Achilpa vengono istruiti
a guatare l'orizzonte per individuare il sacro totem allo scopo di pregare
nella sua direzione (il fatto che in tal modo poi possano tornare al campo
non glielo dicono, affinché sappiano sì farlo, ma semi-inconsapevolmente).

Bye,

*GB*
*GB*
2012-03-20 10:53:50 UTC
Permalink
Post by *GB*
Con il piccone scavi una buca
Meglio portarsi anche una pala. :-)

Bye,

*GB*
Righel
2012-03-20 11:53:57 UTC
Permalink
.... Giunto a Perth, individui un buon
pasticciere e un buon falegname, noleggi una jeep, un piccone, un
frigo portatile e assoldi (se non te lo sei portato dietro
dall'Italy) qualcuno con una vista d'Aquil(p)a.
Non male come idea. Maledetto jet-lag!
Comunque è chiaro che una delle funzioni del palo Achilpa fosse quella di
essere visibile a distanza.
Ma non sono convinto dell'aspetto "militare" della questione.
L'ultimo punto mi pare il più significativo: solo una tribù guerriera
e preparata a combattere può permettersi di lanciare segnali di fumo
in un territorio pianeggiante frequentato anche da tribù avversarie.
Prima di tutto bisognerebbe scoprire se le tribù di quella zona, in quel
periodo, avessero veramente atteggiamenti bellicosi.
Dopotutto gli Achilpa fanno parte della "nazione" Arunta e non è escluso che
ci fossero legami familiari fra i vari gruppi.
....Mantenendo il segreto su tale funzione, i membri della tribù
Achilpa vengono istruiti a guatare l'orizzonte per individuare il
sacro totem allo scopo di pregare nella sua direzione (il fatto che
in tal modo poi possano tornare al campo non glielo dicono, affinché
sappiano sì farlo, ma semi-inconsapevolmente).
Trascuri l'innata curiosità dell'essere umano.
Se vedo un palo rosso distante, vado di corsa a vedere di che cosa si
tratta... magari con un po' di prudenza :-)
L'ipotesi di Eliade, di De Martino, della Montepaone e di altri mi convince.
Solo che non mi basta: descrive la situazione lì e in illo tempore.
E poi?

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Righel
2012-03-20 14:04:01 UTC
Permalink
Post by *GB*
Invece erigere un alto totem decorato da figure di spiriti e
verniciato di rosso (con sangue e/o pigmenti minerali o vegetali) non
fa pensare immediatamente, all'ospite medio di vista non aquilina,
che quel simbolo religioso possa servire anche a localizzare il campo
mobile.
Con il sangue no.
Il sangue si coagula e diventa quasi nero appastanza presto.
Un pigmento minerale adatto potrebbe essere l'ocra rossa (ematite) che però
bisogna vedere se è presente in quella zona.
Un pigmento vegetale rosso... non lo so.
Potrebbe essere la bixina (annatto) ma mi pare che sia presente solo in
Mesoamerica.
Forse la lacca carminata...
Ci vorrebbe un botanico. Io distinguo difficilmente un abete da un carciofo
:-)

Salve,

--
Righel
______________________________________
http://digilander.libero.it/FRRU/ArcAstr/ArAs.htm
Loading...