Discussione:
Il comprensorio del Lacus Tarquiniensis
(troppo vecchio per rispondere)
Thefarie
2004-11-21 20:04:01 UTC
Permalink
Permettetemi innanzitutto una premessa, brevissima.
Non lo dico per captatio benevolentia, ma voglio sinceramente complimentarmi
per la serietà con cui viene gestito (finalmente!) questo NG che tra i tanti
contributi preziosi e puntuali di esperti e persone visibilmente attente e
competenti, ospita anche quelli di un amatore qual io sono.

Ho avuto più risposte chiare ed esaurienti su questo NG in poche settimane
che in qualsiasi altro luogo. Devo dire che per un appassionato come me è
molto più di quanto si possa minimamente sperare, grazie a tutti.

Recentemente ho letto un libro dello studioso Umberto Pannucci (che non si
occupava di occultismo o di oniromanzia ma pur essendo un semplice maestro
elementare è da molti stimato per le sue ricerche su Visentium e sul Lago di
Bolsena). Il testo è di qualche decennio fa, e si affermano alcune cose
interessanti.

1) Il Lago di Bolsena prima della deduzione della colonia di Volsinii Novi
nel II sec. a.c. era entro la giurisdizione di Tarkhuna. E Plinio (?) lo
indica come Lacus Tarquiniensis
2) Vesentum - Visentium nasce come insediamento umbro nella sponda
meridionale di questo lago. Su tale centro confluiscono quattro strade, una
proveniente dalla Faleria (mi piace chiamare cosi il territorio -senza nome-
dei Falischi in assonanza a Etruria-Etruschi) dalla zona di Ferento; una
proveniente da Tarquinia attraverso la zona di Tuscania (a proposito ma non
sono riuscito a capire Tuscania a che epoca risale, qual'era il suo nome
etrusco?); una da Vulci attraverso Maternum; ed una dall'Etruria
Settentrionale attraverso Statonia.
3) Il Lago di Bolsena in epoca "centrale" etrusca (VI-V sec. a.c.) era più
basso di una decina di metri, e tanto bastava per far emergere terra tra
l'isola Martana e la costa, per cui il lago aveva solo un isola, la
Bisentina e quindi risultava piuttosto diverso da oggi.
4) La linea di costa dell'epoca è stata stimata anche sulla base di un
ritrovamento in zona Gran Carro tra Bolsena e Montefiascone, di una città
che ora è totalmente sommersa. Di questa leggendaria città narrano da sempre
le storie dei pescatori delle cittadine intorno al lago. Ma si sa come si
chiamava?
5) Vesentum/Visentium era un noto centro di produzione di manifatture in
bronzo tra cui sandali.
6) Il luogo sacro del Fanum Voltumnae è in un luogo non meglio definito
attorno al Lago di Bolsena. (Io, nella mia ignoranza, non vorrei che fosse
proprio sull'isola, che potrebbe costituire un sito di indubbia suggestione,
e mi vengono in mente altri luoghi sacri che sorgono su isole in tutta
l'area mediterranea, e la frase di Esiodo nella Teogonia "Gli illustri
tirreni che regnano in mezzo a isole sacre").
7) Esistevano intorno al Lago numerosi "pagi" o piccoli villaggi rurali, e
alcune località come Tyro (Vicino Grotte di Castro), e un insediamento
abitato in località "cornos" vicino l'attuale centro di Marta. Cosa si sa di
più su questi centri?

Va be, mi fermo qui.

Ciao
Thefarie
2004-11-22 20:21:21 UTC
Permalink
Post by Thefarie
Non lo dico per captatio benevolentia,
CORRIGE:
captatio benevolentiae

Ciao

THU

Loading...