Discussione:
Alla Foce
(troppo vecchio per rispondere)
Tigre 31
2012-03-16 13:29:18 UTC
Permalink
Raw Message
Malgrado l'età sono ancora un passabile trekkista.

Quel giorno avevo previsto una gita di oltre 2O Km. Quando arrivai in
località la Foce, vidi due giovani della locale sezione di geoarcheologia
che stavano di vedetta.

Mi avvicinai e gli chiesi cosa facessero. I due mi spiegarono che dalla
fotografia aerea in quel punto si rilevavano tre tombe etrusche. Facevano la
guardia in quanto i tombaroli avevano traforato un bosco vicino, violando
tante tombe. Non volevano che anche queste facessero la stessa fine.

Questa località è il valico fra la Val di Chiana e la Val d'Orcia. Ad una
decina di chilometri c'è Chiusi, una delle maggiori lucumunie etrusche. Da
lì passava la strada per Roselle (in un sentiero sono tutt'ora visibili i
solchi dei carri etruschi), altra lucumonia. Probabilmente era un posto,
dove si pagava il pedaggio... cosa confermata dalle tante tombe di
guerrieri.

Al paese il capo dei geoarcheologi mi diede la data esatta in cui sarebbe
aperta la prima tomba. Ci andai in una sera di un caldo pomeriggio di
agosto, battei la Rai per mezz'ora.

Questo signore mi fece vedere che sopra alla tomba vera e propria c'era lo
scheletro di un micio di circa 26OO anni fa.

Non erano solo gli antichi egizi degli adoratori dei gatti, anche gli
etruschi apprezzavano "la tigre in miniatura"!

Questo signore mi diceva che di scheletri di gatti ne erano stati trovati in
tantissime tombe.

Certo non c'è da fare un confronto con gli egizi...

L'agricoltura inglese del XIX secolo ha concimato i terreni, con le mummie
dei gatti macinate....

La tomba fu aperta e apparve lo scheletro di un uomo (quelli femminili sono
riconoscibili dal largo bacino) di almeno I8O cm, il che fa pensare che
questo popolo sia autoctono dell'Etruria. Se fossero venuti dall'Asia minore
avrebbero avuto un'altezza minore in quanto, generalmente, queste
popolazioni asiatiche erano molto più basse. Accanto aveva una specie di
lama, disgregata dalla ruggine ed una punta di lancia: era sicuramente un
guerriero (gattista pure lui). Nella camera accanto erano stati sistemati
una decina di buccheri, un canopo con residui di ceneri ed ossa ed infine un
guscio di uovo, segno della continuità della vita. Era un guerriero di Re
Porsenna il quale aveva dormito almeno ventisei secoli.
www.enzopruneti.com



Stampa questa pagina

 
*GB*
2012-03-18 07:42:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Tigre 31
La tomba fu aperta e apparve lo scheletro di un uomo (quelli femminili
sono riconoscibili dal largo bacino) di almeno I8O cm, il che fa pensare
che questo popolo sia autoctono dell'Etruria. Se fossero venuti
dall'Asia minore avrebbero avuto un'altezza minore
Come fai a dedurre l'altezza media degli Etruschi da quella di UN etrusco?
Se gli Etruschi fossero stati mediamente alti come i Germani, i Romani
se ne sarebbero accorti e l'avrebbero scritto ("Gallorum multitudinem,
Germanorum proceritatem", Vegezio, http://goo.gl/0ZTVP ).

Bye,

*GB*

Loading...