Discussion:
Saggio breve sulla rivoluzione Francese
(troppo vecchio per rispondere)
Andrea Raimondi
2004-12-24 13:05:08 UTC
Salve a tutti.

Sono un lurker saltuario e mi pungeva vaghezza di sapere se ho dato un
buon consiglio ad un ragazzo.

Premetto: io non sono un esperto di questioni storiche, tantomeno di
saggi et similia, però costui mi ha posto un quesito sulla struttura da
seguire riguardo l'argomento in oggetto.

Quindi, raccogliendo un pò di reminiscenze delle "sudate carte", gli ho
esposto quanto segue:

"Secondo me il saggio dovrebbe essere composto di una visione
storica sul 1700, del ruolo dell'Illuminismo, circa una pagina, il
contesto economico e sociale, poi i fatti, le conseguenze ed infine
raccontare da allora ad oggi cos'è rimasto".

Tutto questo, posto che il saggio *deve farlo lui*(sono compiti per le
vacanze).

Che ne pensate?

Grazie in anticipo,

Andrea
Righel
2004-12-24 14:58:14 UTC
*Andrea Raimondi* ci scrive:
....
Post by Andrea Raimondi
"Secondo me il saggio dovrebbe essere composto di una visione
storica sul 1700, del ruolo dell'Illuminismo, circa una pagina, il
contesto economico e sociale, poi i fatti, le conseguenze ed infine
raccontare da allora ad oggi cos'è rimasto".
Ciao Andrea,
mi sembra che tu abbia posto correttamente la questione.
Escluderei però l'ultima parte: si presta eccessivamente a valutazioni
personali che finirebbero per esorbitare dalla 'storia' vera e propria.
Al limite si potrebbero proiettarne le conseguenze sulla prima metà
dell'800.

Cordiali saluti e Buon Natale,


--
Righel (e-m in "Reply To")
___________________________
http://xoomer.virgilio.it/ugo.lat/FISA
http://www.na.astro.it/uan
Dalgora Nulla
2004-12-24 17:06:55 UTC
Post by Andrea Raimondi
"Secondo me il saggio dovrebbe essere composto di una visione
storica sul 1700, del ruolo dell'Illuminismo, circa una pagina, il
contesto economico e sociale, poi i fatti, le conseguenze ed infine
raccontare da allora ad oggi cos'è rimasto".
Tutto questo, posto che il saggio *deve farlo lui*(sono compiti per le
vacanze).
Direi che va bene: ho seguito molti studenti nella preparazione per
gli esami di licenza liceale e quindi posso dirti che, in linea di
massima, lo schema da te indicato va bene.

Naturalmente conta molto il modo in cui viene trattato l'argomento.
Spesso gli studenti sono spinti a riportare, senza un minimo di
rielaborazione propria, quanto appreso sui manuali scolastici.

L'approccio, invece, deve essere di carattere critico: in una parola,
il saggio non dovrebbe essere un'esposizione, ma una discussione dei
temi, così come da te enunciati.

Forse, però, sarebbe più facile fare un esempio pratico che non
spiegare.
Situazione economico-sociale, Illuminismo e storia del 1700 non devono
essere trattati come argomenti separati e a sé stanti, ma come un
complesso di problematiche che si intersecano e si compendiano
vicendevolmente.

Quanto all'ultima parte (cos'è rimasto oggi) è chiaro che si farà
riferimento ai principi che animarono quel periodo. In genere è
storicamente accettato che solo in parte quei principi trovarono
compimento e che la loro rilevanza più profonda è stata avvertita sul
piano giuridico.

Buona Fortuna!:-)

Ciao,
Dalgora
___________________________

FISAn: free.it.scienza.antropologia